Uomini e barche

In apparenza innocui vecchietti, a volte anche un po’ svaniti, gli eroi di questo libro a racconti, sono stati i leoni della nautica da diporto che ha caratterizzato il XX° secolo.

Storie brevi, realmente accadute, vissute da falegnami e carpentieri, mozzi ed ufficiali degli inizi del secolo, conosciuti per caso dalla protagonista, comandante e skipper donna dei giorni nostri.

Avventure di barche ritrovate e restaurate, amate dai proprietari o abbandonate, vele d’epoca che oggi sfilano nelle parate storiche e a volte sono perfettamente ricostruite, altre si presentano ridicolmente snaturate.

Le vite degli uomini che le hanno costruite o comandate si intrecciano con le azioni dei marinai moderni; una serie di brevi racconti tra le cui righe si scopre la forza indomita del mare ed emergono le passioni e le debolezze umane.

La saggezza dei vecchi, la credenza popolare e la superstizione, vivono in contrasto tra la praticità, la tecnologia e la testardaggine dei naviganti di oggi, a volte anche un po’ professionalmente improvvisati.

Un pizzico di humour sottolinea la caratteristica tipica dei marinai e dei pescatori, la fantasia, quella che solitamente allunga le dimensioni dei pesci pescati ed aumenta all’inverosimile la forza del vento nelle tempeste.

Un misto tra passato e presente nautico, dove per scoprire che cosa ci riserva il futuro, si è costretti ad arrivare fino in fondo al libro!

altri

Torna indietro